Il mito Rodolfo Valentino

Il mito Rodolfo Valentino
Il mito Rodolfo Valentino
Il mito Rodolfo Valentino

Castellaneta è una città di 17.000 abitanti circa  della provincia di Taranto in Puglia, è chiamata la città del mito in onore del grande Attore Rodolfo Valentino, nato in questa città.

La città lo ricorda sia con il museo nel centro storico della città, che con un monumento su via Roma, una delle vie principali 

Chi è Rodolfo Valentino?
Rodolfo Pietro Filiberto Raffaello Guglielmi, in arte Valentino, nacque il 6 maggio 1895 a Castellaneta,  frequentò le prime quattro classi elementari a Castellaneta e poi continuò, gli studi a Taranto e successivamente a Perugina in un convitto e infine, si diplomò in agraria a Genova. A 17 anni si trasferì a Parigi; quindi nel dicembre 1913 si imbarcò per l’America, dove si distinse come ballerino al Maxim’s Atlantic; qui incontrò Norman Kerry che lo convinse ad andare ad Hollywood nel 1915. Lui fece prima la comparsa, l’ubriaco, il mendicante e poi cominciò ad avere le prime parti. Nel 1921 interpretò “I quattro cavalieri dell’Apocaliss” dove ballava il famoso tango insieme ad Alice Terry: fu un trionfo. Rodolfo Valentino cominciò ad interpretare film su film, tra cui “Lo Sceicco”, “Sangue e arena”, “L’aquila nera” e il “Il figlio dello sceicco”. Proprio alla prima di questo film, a New York, fu ricoverato al polyclinic Hospital per un attacco di peritonite e, poiché i medici non seppero scongiurare il pericolo della setticemia, morì all’età di 31 anni il 23 agosto 1926 di pleurite, polmonite e peritonite. Dopo la morte di Valentino furono prodotti i primi film sonori: sarà stato un caso, ma nel 1895 nasceva Rodolfo Valentino e anche il Cinema e così alla sua morte nel 1926 finiva l’era del Cinema Muto. A Castellaneta è ricordato da una lapide sulla casa natale in Via Roma, da un monumento in ceramica alla fine della Passeggiata a lui intitolata e da un Museo documentario presso l'ex-Convento di Santa Chiara, nel cuore del Centro Storico.
 
Il museo dedicato a Rodolfo Valentino 
In sua memoria, è stato allestito un museo dove troviamo, il letto di Rodolfo Valentino utilizzato da ragazzino e quanto tornò a Castellaneta nel 1923, concesso dalla famiglia Maldarizzi alla Fondazione Rodolfo Valentino; inoltre sono esposte locandine cinematografiche dei film interpretati da Rodolfo Valentino, oltre alla ricostruzione del set cinematografico del film “Il Figlio dello Sceicco” con parte della tenda utilizzata nel film.  La visione di un filmato sulla vita e la morte di Rodolfo Valentino renderanno ancor più emozionante la visita al Museo. 
Il set fotografico “Foto Nostalgia” v’immortalerà in una foto con la riproduzione degli abiti  usati da Rodolfo Valentino.
 
 
Da Ricordare il film con Gabriel Garko 
Nel 2014 andò in onda un film dedicato a Rodolfo Valentino - la leggenda che è andato in onda su canale 5, e come protagonista che ha interpretato valentino, c'era l'attore Gabriel Garko, per l'occasione della presentazione dello spot andò a  Castellaneta.