Massafra, una città tutta da scoprire

Massafra, una città tutta da scoprire

Massafra è situata nell’entroterra a nord di Taranto, in puglia,  la città è solcata da una serie di suggestive gravine e lame di origine carsica, insediamenti della civiltà rupestre neolitica e bizantina che le hanno dato il soprannome di “tebaide d’Italia”,  infatti  rientra nel parco naturale regionale terra delle gravine.

Tra le gravine, quella di San Marco divide in due parti il paese collegate da ponti e attraversamenti che regalano scenari incantevoli.
 
E' famoso il carnevale che raffigura la manifestazione culturale più importante dell'anno nonché l'evento turistico più rappresentativo della Città nel territorio, sia provinciale che Regionale, richiamando numerosi turisti e spettatori. 
Una grande festa “a cielo aperto”, nella quale, a differenza degli altri Carnevali, i cittadini e i forestieri sono coinvolti attivamente, partecipando all'animazione e al divertimento, stimolati dalle coreografie e dalle scenografie dei carri e dei gruppi allegorici/mascherati che sfilano lungo il corso principale della città. 
Momento clou della manifestazione è la spettacolare parata dei Giganti di cartapesta, maestosi carri allegorici realizzati con creta, calchi in gesso, carta di giornale e colla (acqua e farina). 
 
Cosa vedere?
 
La gravina della madonna della scala, con annesso santuario, che si innalza al termine di una lunghissima scalinata di 125 gradini, e la chiesa rupestre della Madonna della Buona Nuova, che si trova sul sagrato della Madonna della Scala. Il Santuario, in stile barocco e neoclassico, è dedicato alla patrona protettrice e, anticamente, qui vicino sorgeva un villaggio rupestre, interamente scavato nella roccia. Anche la chiesa rupestre della Candelora, dal ricco arredo pittorico, merita una visita così come il villaggio medioevale di Santa Marina, che conserva la chiesa intitolata alla santa. Tornando verso il centro cittadino, invece, la chiesa di San Leonardo, scavata nella roccia, conserva affreschi altomedievali di pregevole fattura. Poi c'è la Chiesa di San Lorenzo, dove la cupola si vede anche da lontano, L’antica Chiesa madre che sorge a pochi passi dal castello, nel cuore della città vecchia, e svela altari barocchi e una cripta medievale e tante altre.
  
Successivamente si può fare una passeggiata  per il centro, percorrendo corso Roma, corso Italia e arrivare al lungovalle Niccolò andria dove ammirare la gravina di san marco,  la cupola della chiesa di san Lorenzo e il castello. Dopo avventurarsi nel centro storico, più precisamente nel quartiere santi medici, molto caratteristico perché trovi le case tutte bianche, la chiesa annessa e una piazzetta dove si vede il castello. Poi tornare indietro e andare in piazza Garibaldi, dove troviamo la torre dell’orologio alto 22 m con la decorazione in stile barocco, il municipio e entrando in una piccola traversa chiamata via lopizzo si può visitare e ammirare il castello da vicino. Poi addentrarsi nel centro storico, ovvero nel quartiere Gesù Bambino, dove troviamo la chiesa omonima. Il quartiere, tra più antichi di Massafra, si sviluppa nel centro storico ed è ricco di vicinanze, ossia di grotte, che un tempo utilizzate come abitazioni, ora sono diventate cantine molto fresche o posti abbandonati. 
 
Per finire, venite a visitare Massafra, una città tutta da scoprire sia da soli che con il supporto delle visite guidate.